5 giorni pedalando sulle vie del grande Ciclismo Piemontese

01/04/2024 - 31/10/2024
5 GIORNI / 4 NOTTI
Borgaro Torinese
Ciclismo eroico

Descrizione attività

La guida "Il Grande Ciclismo in Piemonte, pubblicata da UNCEM offre 28 itinerari per mettersi alla prova confrontandosi con le salite dei Campioni del Ciclismo. Vogliamo fare di più, vi vogliamo ciclisti eroici: con questa proposta di viaggio di 5 giorni e 4 notti in Piemonte, vi cimenterete con almeno 3 di questi percorsi. Coraggio in sella!


Programma

Giorno 1

- Check-in presso l’Hotel 4* a Borgaro Torinese - Pomeriggio libero per scoprire i luoghi più affascinanti della zona. Ovviamente non può mancare la visita a una delle residenze sabaude più conosciute, la maestosa Reggia di Venaria. La Venaria Reale è un capolavoro dell’architettura e del paesaggio, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. Sarà un piacere passeggiare tra i capolavori, i suoi Giardini e il Castello della Mandria con il suo Borgo Cittadino.
- Cena presso un ristorante sulla Via Mensa e dove il menu propone piatti tipici della cucina
piemontese .
- Rientro in hotel e pernottamento.

Giorno 2

- Ricca colazione presso l’hotel .
- Giornata all’insegna della nostra TAPPA numero 07 tra le Valli Alpine più vicine a Torino. Strappi, mangia e bevi risalendo le Valli di Lanzo. Poi lunga discesa verso Col del Lys e Susa, sulle strade del Giro all’ombra della Sacra di San Michele, simbolo del Piemonte.
Il percorso di 75 km con un dislivello di 1.291 m parte dal centro di Lanzo Torinese, in direzione Germagnano. Fuori dal centro abitato seguiamo le indicazioni per val di Viù. La strada tende subito a salire alternando dei tratti pianeggianti fino al centro abitato. Un leggero tratto di discesa fino a versino, svolta a sinistra e inizia al salita del Col del Lys, 13,5 km con una pendenza media
del 4,3%. La lunga discesa ci conduce in Valle Susa, passando per Rubiana arriviamo a Sant’Ambrogio di Torino. Una svolta a destra in direzioni Susa dove la strada è in leggera ascesa ma con pendenze dolci e pedalabili. Attraversiamo i paesi di Sant’Antonino di Susa e San Giorio di
Susa. Dopo 10 km di leggera ascesa arriviamo nel centro di Susa
- Rientro in hotel, cena libera e pernottamento

LUNGHEZZA KM 75
DISLIVELLO 1.291 M
ALTITUDINE MINIMA 348 M
ALTITUDINE MASSIMA 1.306 M
BICI STRADA - GRAVEL

Il Giro d’Italia ha fatto questo percorso nel 2019, 13^ tappa Pinerolo-Ceresole Reale salendo proprio da Viù. Susa è stata invece città di tappa di tanti arrivi e partenze del Giro d’Italia. L’ultima nel 2018, con la partenza verso Cervinia.

Giorno 3

- Ricca colazione presso l’hotel .
- Giornata all’insegna della nostra TAPPA numero 08. Sulle strade torinesi, per onorare le imprese dei Grandi. Da Coppi a Balmamion, fino a uno sfortunato Marco Pantani. Tra due grandi
Velodromi che hanno visto celebrare il grande ciclismo.
Partenza dal centro di Nole per entrare poco dopo a Ciriè. Arriviamo a San Francesco al Campo, nota per il velodromo, che ha visto girare tantissimi campioni tra cui Filippo Ganna. Proseguendo in direzione di Leinì, continuando in direzione della collina arriviamo a San Mauro. Abbandonato il centro di San Mauro, si svolta a destra e inizia la salita di 9 km con una pendenza media del 4,7% e punte di massima del’11% che ci porteranno a Superga. L’arrivo sul piazzale della Basilica ha visto la conclusione di parecchie edizioni del Giro del Piemonte e Milano-Torino. Superga è anche tristemente famosa per il grave incidente nel quale rimase coinvolto Marco
Pantani il 19 ottobre 1995. Torino ha ospitato il Giro in diverse edizioni e proprio nel 2022 arrivo della 14^ tappa.
Al termine della tappa, per ripagare la fatica, è quasi d’obbligo ristorarsi con una tipica merenda sinoira, il tradizionale aperitivo piemontese, con salumi e formaggi del territorio accompagnati dagli ottimi vini delle colline torinesi.
- Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

LUNGHEZZA KM 44
DISLIVELLO 549 M
ALTITUDINE MINIMA 202 M
ALTITUDINE MASSIMA 672 M
BICI STRADA - GRAVEL


Il Giro d’Italia nel 2019 è passato a Nole Canavese nella 13^ tappa Pinerolo-Ceresole Reale per omaggiare il grande campione nolese Franco Balmamion. Il colle di Superga è stato invece arrivo di tappa nel 1958 nella tappa Saint Vincent – Superga che vide vincitore Federico Bahamontes.

Giorno 4

- Ricca colazione presso l’hotel e check-out.
- Si parte oggi per l’esatto percorso della corsa per Elite-Under23, con oltre un secolo di storia che unisce Ciriacese alle Valli di Lanzo. Centinaia di campioni hanno attraversato questa valle. Un
percorso che è già storia per arrivare ai 1800m del Pian della Mussa.
Partenza dal centro di Ciriè, davanti al Municipio, luogo in cui si sono svolti molti Criterium organizzati dal GS Brunero, storica squadra che ha forgiato centinaia di dilettanti. Arrivati a Villanova Canavese attraversiamo lo Stura di Lanzo si continua nella vallata costeggiando la parte sinistra, passando per Lanzo fino a Germagnano. Si prosegue lungo la strada principale nella valle fino al km24, svolta a sinistra e risalita sulla Val d’Ala deve le pendenze dalla strada iniziano a farsi impegnative. Si attraversa il centro abitato di Ala di Stura, località sciistica, ancora circa 7
km di pendenze regolari fino in località Balme dove le pendenze raggiungono il 12%. Gli ultimi 2km, meno impegnativi, permettono di godere lo splendido paesaggio di Pian della Mussa, pianoro di centinaia di ettari di pascolo, lungo 3km.
Al termine della tappa sistemazione in Rifugio montano con una tipica merenda sinoira, il tradizionale aperitivo piemontese, con salumi e la Toma di Lanzo, formaggio prodotto in alpeggio durante il periodo estivo, accompagnati dall’ottima birra prodotta in loco.
Il Rifugio è una struttura facilmente raggiungibile con i comfort che si richiedono oggigiorno, un ambiente famigliare ed accogliente. Posto Tappa GTA e Via Alpina ma anche punto di appoggio per famiglie con bambini, persone diversamente abili, e tutti coloro che intendano immergersi nella natura ancora incontaminata di Balme alla ricerca di sport e natura ma anche di cultura e storia.
- Cena libera e pernottamento.

LUNGHEZZA KM 48
DISLIVELLO 1621 M
ALTITUDINE MINIMA 350 M
ALTITUDINE MASSIMA 1853 M
BICI STRADA - GRAVEL

Il 25 maggio 2018 è transitata lungo le strade delle valli di Lanzo la 19^ Tappa del 101° Giro d’Italia. Nei 184 km della tappa Chris Froome ha azzerato il suo svantaggio in classifica ed è salito in prima posizione nella classifica generale.

Giorno 5

- Prima colazione presso il Rifugio.
Suggeriamo una mattinata dedicata al nordic walking magari sotto la guida di un Istruttore Regionale A.N.I. (consigliato) nella natura di Balme, località che ha la fortuna di poter offrire stupendi scenari naturalistici. Il nordic walking è una disciplina sportiva che si pratica all’aria aperta, un allenamento dolce che sviluppa resistenza, forza e fitness grazie al grande coinvolgimento muscolare (85 % della muscolatura corporea) e pertanto idonea anche come riabilitazione.
Al termine ottimo pranzo in Rifugio dove verranno proposti i piatti della tradizione e non solo, recuperando anche antiche ricette sempre utilizzando i prodotti tipici e di stagione del territorio a chilometro km zero.

Tariffe / supplementi

Tariffe a persona a partire da:

€ 398,00 (gruppo di 1 pax)

Altro

Formula vacanza:

Individuali

Accompagnamento/guida:

No

Allegati
5_giorni
Informazioni